Giugliano, un girotondo in “blu”: la lotta degli studenti contro il cyberbullismo

Giugliano, un girotondo in “blu”: la lotta degli studenti contro il cyberbullismo

Il 7 febbraio si celebra la giornata della sicurezza in Rete. A sposare l’iniziativa è l’istituto Don Salvatore Vitale di Lago Patria, con la partecipazione attiva dei suoi alunni


GIUGLIANO –  Il 7 febbraio si celebra la giornata della sicurezza in Rete, un progetto lanciato nel 2004 dall’Unione Europea. L’iniziativa coglie  l’opportunità per accendere i riflettori sulle vecchie e nuove insidie che i più giovani possono incontrare online. I ragazzi di oggi, in particolar modo i cosiddetti ” nativi digitali”, sono esposti spesso senza tutele adeguate a vari fenomeni devianti che partono da un computer e una tastiera rientranti nell’ampia sfera del fenomeno del cyberbullismo.

Durante la giornata dedicata all’utilizzo della tecnologia in modo attento e consapevole nel mondo 2.0., il MIUR invita  ad  indossare un nodo o un indumento di colore blu in segno di solidarietà alle vittime di questa problema sociale, il cui numero è  cresciuto in modo esponenziale negli ultimi anni.

A sposare il progetto anche la scuola media statale Don Salvatore Vitale di Lago Patria, i cui alunni, questa mattina si sono radunati nel cortile dell’istituto, si sono presi per mano ed hanno creato una sorta di grande girotondo “in blu” che  forma un nodo , in segno di adesione all’iniziativa.