Melito, finisce l’era Carpentieri: 13 consiglieri si dimettono e mandano a casa il sindaco

Melito, finisce l’era Carpentieri: 13 consiglieri si dimettono e mandano a casa il sindaco

Le firme poco fa a Marano nello studio del notaio Pietro Di Nardo


MELITO – Tanto tuonó che piovve. E’ finita questa sera l’era Carpentieri. Poco fa 13 consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, hanno firmato le proprie dimissioni nello studio del notaio Pietro Di Nardo, ubicato a Marano, facendo decadere il sindaco Venanzio Carpentieri.

Ad aver consegnato le dimissioni sette consiglieri del Pd, partito del primo cittadino: Pietro D’Angelo, Agostino Pentoriero, Pitroluongo Pasquale, Lucia Pio, Rocco Marrone, Corrado Corrado, Ciccarelli CiroStefano.

Tra i firmatari anche Antonia Di Nunzio, eletta nelle file dei Cristiano Popolari, Raffaele Caiazza, in quota Melito Adesso, e i consiglieri del Pdc Antonio Amente, Marrone Nunzio, Costa Alfonso e il consigliere della civica Melito nel Cuore Mottola Luciano.

Le dimissioni dei consiglieri verranno protocollate domani mattina al segretario generale dell’Ente. Dopo circa tre anni e mezzo si conclude così l’amministrazione travagliata di Venanzio Carpentieri. Ora toccherà alla prefettura nominare un commissario che traghetterà la città fino alle prossime elezioni.