Appalti truccati per il clan: coinvolti tecnici comunali e assessori

Appalti truccati per il clan: coinvolti tecnici comunali e assessori

I carabinieri hanno dato esecuzione di una misura cautelare emessa dal tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia


SANTA MARIA CAPUA VETERE – I Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 4 indagati, tra cui l’ex responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Casapulla, ritenuti responsabili, in concorso, di turbata libertà degli incanti.

In manette sono finiti Raffaele Piccolo, 55 anni di Casapesenna; Raffaele Testa, 54 anni di Pastorano; Carlo Antonio Piccirillo, 39 anni di Portico di Caserta; Andrea D’Aniello 34 anni di Cancello ed Arnone. Indagati a piede libero l’assessore di Casapulla Ernesto Sorvillo e Sergio D’Aniello di Cancello ed Arnone.