Il movimento politico Melito Adesso incontra gli elettori: “elevare il livello della classe politica”

Il movimento politico Melito Adesso incontra gli elettori: “elevare il livello della classe politica”

Gremito il bar di corso Europa scelto come location dell’evento. Hashtag, musica e video per avvicinare e coinvolgere le nuove generazioni


MELITO –   “Adesso Melito, ora o mai più”. Recita così la canzone lanciata in anteprima, con tanto di video, ieri sera nel corso del primo evento pubblico organizzato in città, e che si candida a divenire la colonna sonora della prossima campagna elettorale del movimento civico Melito Adesso. Un mix di suoni, parole e immagini che rispecchiano il volto martoriato di una città che intende ripartire dalle sue macerie. Un piccolo assaggio dell'innovazione, delle energie e del coinvolgimento delle nuove generazioni che il gruppo di ispirazione ecologista intende mettere in campo. Dinanzi ad un foltissimo pubblico di melitesi, il segretario ed il capogruppo uscente della lista civica Melito Adesso, Stefano Pellecchia e Lello Caiazza, hanno dato il via al dibattito politico in città, in vista delle prossime elezioni.

“Sono un testardo, lo ammetto – ha esordito Caiazza – . Ho la ‘capa tosta’ , come dice qualcuno, e non mi rassegno a questo stato di cose. Sogno una Melito diversa. Una città a misura di bambino e a misura d’uomo, che possa riprendersi ciò che gli è stato tolto nel corso degli anni attraverso un degrado politico che si è tramutato in degrado sociale e culturale. Dobbiamo interrompere – ha continuato l’esponente dei Verdi – questo circolo vizioso ed elevare il livello della classe politica per poter far uscire Melito dallo stato comatoso in cui è caduta”. Obiettivi e prospettive future, quindi, ma non senza un momento di riflessione sul recente passato.

“In questa città- continua Caiazza- non si riesce a programmare nulla. Si pensa solo a costruire coalizioni disomogenee per poter vincere le elezioni, per poi non avere le condizioni per governare. E’ accaduto con l’ultima amministrazione comunale, che si è dimostrata litigiosa e incapace di produrre qualcosa per la città. Un’esperienza disastrosa, cui ho contribuito a mettere la parola “fine”, apponendo la mia firma per lo scioglimento del consiglio comunale in seguito ad un percorso politico condiviso con il mio gruppo, e che è iniziato oltre un anno fa con l’uscita dalla maggioranza. La manifestazione ha registrato la partecipazione dei principali esponenti campani del partito dei Verdi. Dal portavoce regionale Vincenzo Peretti, al gruppo consiliare al Comune di Napoli costituito da Stefano Buono e Marco Gaudini, fino al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Tutti hanno garantito al progetto civico Melito Adesso il massimo sostegno e la piena collaborazione, in tutte le sedi istituzionali preposte.

“Serve uno scatto generazionale ed uno scatto d’orgoglio. Ci vuole un approccio diverso ai problemi. Occorre affrontarli a viso aperto per poterli risolvere, non semplicemente aggirare. Siamo stanchi di vivere in una città completamente ferma. Abbiamo bisogno di dimostrare che noi siamo una città viva e pronta a riscattarsi”. Ha concluso così l’accorato intervento il leader di Melito Adesso Caiazza, richiamando al risveglio delle coscienze e alla partecipazione, la parte buona della città e le nuove generazioni.

LE FOTO DELLA SERATA:

 

 

 

Di seguito il VIDEO DELL’INNO DI MELITO ADESSO: