Incontro alla biblioteca di Casoria in memoria delle vittime innocenti

Incontro alla biblioteca di Casoria in memoria delle vittime innocenti

Appuntamento sabato mattina alla biblioteca comunale


CASORIA – Incontro/convegno in data 18 marzo presso la biblioteca comunale di Casoria dalle 9.30 alle 13.30 in ricordo delle vittime innocenti di criminali e mafia, in vista della XXII giornata della memoria in data 21 marzo che ricorrerà su tutto il territorio Nazionale.

Così recita comunicato apposito redatto per l’occasione:”L’introduzione dei lavori sarà fatta dal Sindaco di Casoria avv. Pasquale Fuccio e dal Sindaco di Afragola, dott. Domenico Tuccillo e dall’Assessore Fabio Esposito; i lavori proseguiranno con gli interventi del Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Casoria, il dott. Francesco Filippo e della Comandante della Polizia Municipale di Casoria, il colonnello dottoressa Anna Bellobuono.

Alle ore 10.30 sarà proiettato un filmato sul tema delle vittime innocenti delle mafie.

Il convegno riprenderà con l’intervento della Prof.ssa Maria Saccardo , responsabile dell’Associazione “Libera”, incentrato sul prendere coscienza delle responsabilità che ognuno di noi è chiamato ad avere per il risanamento di un territorio devastato .

Esortazioni che arriveranno anche dai familiari delle vittime presenti al tavolo dei relatori: l’On.le Antonella Ciaramella, la moglie di Andrea Nollino, Antonietta Sica e la famiglia di Esposito Ferraioli.

Concluderanno il convegno i rappresentanti del mondo della scuola: il preside dell’I.C. “Andrea Torrente”, Prof. Giovanni De Rosa e la vicepreside dell’Istituto Polispecialistico Gandhi, Prof.ssa Lucia Russo, che inviteranno i ragazzi di tutte le scuole alla partecipazione attiva sul territorio.

Ultimo momento, sarà, alla fine di tutti gli interventi, un dibattito tra quanti vorranno raccontare la propria esperienza.

La fiaccola verrà accesa il 18 marzo in Biblioteca Comunale, continuerà il 21 marzo nel rispetto della Giornata della Memoria e continuerà nel ricordo di tante vittime di mafia, camorra e mani criminali”.

Ha dichiarato in merito l’assessore alla sicurezza Fabio Esposito: “Quest’anno, qui a Casoria, non si è voluto ricordare solo le vittime innocenti della camorra e delle mafie, ma vogliamo cogliere l’occasione per ricordare quegli uomini, in particolare ragazzi, che hanno perso la vita per essersi trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato, partendo dal piccolo Andrea Esposito, un bambino di 9 anni ammazzato in un raid criminale”.