Sgominata la banda che rapinava banche e farmacie: sono 5 minorenni

Sgominata la banda che rapinava banche e farmacie: sono 5 minorenni

Sono responsabili di 21 colpi nella provincia di Napoli e Caserta. Agivano a mano armata, dopo i colpi si vantavano su Facebook


GIUGLIANO – Banda di minorenni rapinatori seriali sgominata dai Carabinieri. Agivano armati di pistola. Le indagini portano a ritenerli responsabili di 21 colpi. In un video gli assalti a 2 farmacie

Nell’ ambito di indagini su una serie di rapine a Istituti di Credito e Farmacie coordinate dalla Procura per i Minorenni di Napoli i Carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania diretti dal capitano De Lise e i militari dell’Arma della Stazione di Mugnano hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico di 5 minorenni ritenuti responsabili di 21 rapine a mano armata commesse tra le province di Napoli e Caserta in poco più di 5 mesi.

Questa mattina i militari dell’Arma hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Istituto Penale minorile emessa dal GIP presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli a carico dei 5 minori, tutti già noti alle forze dell’ordine e ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate dell’uso di armi da sparo. Gli arrestati sono di Casoria e Arzano.

Gli impianti di videosorveglianza di banche e attività commerciali presi di mira li immortalano mentre agiscono armati e a volto scoperto, incuranti dei sistemi di ripresa. Ripresi anche dalle telecamere della Posta di Giugliano durante una rapina a mano armata, lo scorso luglio (LEGGI QUI).

Dopo i colpi postavano frasi sulle loro “imprese” in profili su un noto social network. Inoltre, in un post si augurava la “presta libertà” a 2 indagati arrestati dopo una rapina in gioielleria; in altro c’erano frasi oltraggiose per le Forze dell’Ordine; in un terzo ci si descriveva come “pistoleri presso rapinatore”.

IL VIDEO DELLE RAPINE

BLITZ CARABINIERI DI GIUGLIANO – Responsabili di 21 colpi. Agivano a mano armata, dopo i colpi si vantavano su Facebook< IL VIDEO DELLE RAPINE >

Pubblicato da Il Meridiano News su Giovedì 9 marzo 2017