Uomo investito e morto a Casoria: sotto accusa un marciapiedi dissestato

Uomo investito e morto a Casoria: sotto accusa un marciapiedi dissestato

I cittadini:«Potrà ancora succedere ai nostri figli!»


CASORIA – La morte di Angelo D’Alise “Spazzolino” avvenuta ieri a Casoria, ha sconvolto l’intera comunità e il giorno dopo fioccano le polemiche. Diversi i cittadini che hanno lamentato lo stato di degrado delle strade e dei marciapiedi della città, i pericoli che tutti i residenti bambini e anziani soprattutto, corrono ogni giorno: si inveisce contro l’amministrazione e contro una tragedia che forse poteva essere evitata.

Una cittadina così si è sfogata su facebook :”(…)Sono addolorata per la morte di spazzolino quest’uomo semplice onesto senza cattiveria. Ancora una volta un essere umano ha perso la vita per colpa delle strade mal conciate e per colpa degli altri. Bisogna assolutamente evitare queste tragedie non è giusto che a rimetterci la pelle è sempre la povera gente!!! Adesso è successo a Spazzolino e se domani succede ai nostri figli o parenti? La vita è importante per tutti e soprattutto un dono di Dio non deve essere spezzata cosi!!! RIP in pace spazzolino sarai già vicino a Dio perché gli ultimi saranno i primi. Amen”.

In generale oggi i gruppi facebook casoriani sono pieni di messaggi di condoglianze alla famiglia del settantenne: tutti ricordano Spazzolino, un uomo molto noto in città e ne compiangono la morte.