Boss ai domiciliari: trovato in casa con un mini arsenale

Boss ai domiciliari: trovato in casa con un mini arsenale

Le armi erano tutte in perfetto stato, nascoste all’interno dello sgabuzzino


NAPOLI – La Polizia di Stato ha arrestato Giovanni Artiano, 56enne napoletano, elemento di spicco della criminalità locale, per i reati di ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizioni. I poliziotti del commissariato San Paolo hanno effettuato, nella serata di ieri, un controllo straordinario del territorio in zona Soccavo. Gli agenti hanno effettuato un’accurata perquisizione nell’abitazione dell’uomo, in Via Nerva, dove lo stesso si trovava sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in seguito all’arresto avvenuto nell’aprile dello scorso anno per i reati di ricettazione e detenzione illegale di arma. I poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato tre pistole, tutte in perfetto stato manutentivo e riposte con cura all’interno di una cassetta di sicurezza murata all’interno di uno sgabuzzino. La cassetta era celata da un armadio, il cui fondo era stato modificato con un’anta scorrevole. Le armi, una pistola a tamburo Smith & Wesson calibro 357 magnum, una pistola marca S&B mod.CZ75B cal.9luger ed una Beretta FS cal.9×21, ed il munizionamento 50 cartucce di diverso calibro, sono state sequestrate. L’uomo è stato condotto al carcere di Poggioreale.