Calci, pugni e colpi di casco: arrestati tre giovani a Napoli

Calci, pugni e colpi di casco: arrestati tre giovani a Napoli

Hanno tutti un’età compresa tra i 19 ed i 22 anni. Le forze dell’ordine sono intervenuti per separarli


NAPOLI – Tre giovani se le sono date di santa ragione per motivi di viabilità nel centro storico di Napoli. La rissa è avvenuta a calci, pugni e colpi di casco nei pressi dell’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. I carabinieri- come riporta ilmattino.it, hanno arrestato tre ragazzi che si sono picchiati a causa di un incidente stradale avvenuto il giorno prima. I militari dell’arma sono intervenuti mentre i tre si stavano picchiando: i carabinieri li hanno separati, identificati e poi arrestati con l’accusa di rissa aggravata e lesioni personali.

I tre finiti in manette Salvatore Chiaiese, 19 anni, di Pizzofalcone, zona che si trova alle spalle di piazza del Plebiscito, già noto alle forze dell’ordine; Alfredo Varriale, anche lui di 19 anni, incensurato e Grigore Radul, 22 anni, residente nel quartiere Stella, anche lui già noto alle forze dell’ordine. Chiaiese e Radoula sono stati costretti a ricorrere alle cure dei medici: il primo ne avrà per 30 giorni, per una frattura all’osso nasale e un ematoma allo zigomo sinistro mentre il secondo ha riportato un trauma cranico non commotivo giudicato guaribile in 2 giorni.