Lite familiare, i parenti organizzano una «spedizione punitiva» in ospedale

Lite familiare, i parenti organizzano una «spedizione punitiva» in ospedale

La lite è proseguita nella sala d’attesa, padre e figlio ricoverati


GRAGNANO – Aggrediti da consanguinei in una sala d’attesa d’ospedale: è accaduto a Castellammare di Stabia dove padre e figlio si erano recati per avere avuto la peggio in una rissa. I parenti erano giunti nella sala d’attesa della struttura, non per sincerarsi che stessero bene ma per finire il “lavoro” che avevano cominciato.

La lite, a quanto pare, era partita per futili motivi: due fratelli avevano investito nella stessa attività commerciale e sabato sera, avevano cominciato a litigare a causa di un guasto all’impianto di irrigazione. La situazione, già traballante da un po’, è sfuggita di mano in breve tempo: i due si sono aggrediti dapprima verbalmente poi con spintoni e schiaffi. Ad avere la peggio è stato uno dei due litiganti, malmenato anche dalla moglie dell’altro, il figlio gli era accorso in aiuto, ma è rimasto coinvolto  nella rissa.

L’arrivo in ospedale non è servito a placare gli animi: giunti sul posto i parenti infuriati, è partita quella che è stata definita una vera e propria spedizione punitiva, e solo l’intervento dei carabinieri è riuscito a evitare il peggio.

Le due vittime hanno subito così una nuova aggressione e sono stati trasferiti, con ferite più gravi, al reparto di radiologia. I familiari li aspettavano fuori continuando a insultarli, ma sono stati allontanati dai militari.

Gli aggressori alla fine sono stati denunciati.