Omicidio a Giugliano, Lorenzetti ucciso con 5 colpi in faccia

Omicidio a Giugliano, Lorenzetti ucciso con 5 colpi in faccia

Le modalità fanno pensare ad un’esecuzione di stampo camorristico. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Giugliano


GIUGLIANO – Un regolamento di conti. Una trappola. Un’esecuzione. Questi sono i vari scenari che si stanno dipanando dalle indagini sull’omicidio di Michele Lorenzetti, il pregiudicato di 51 anni ucciso oggi pomeriggio tra Licola e Varcaturo. La vittima è stata ritrovata riversa accanto alla sua auto, una Chrisler Voyager blu, fermata nel parcheggio dell’Hotel Segreto, nei pressi del ristorante Villa delle Rose.

Renzetti è stato “steso” con cinque, forse sei, colpi a bruciapelo e diretti al volto. La vittima non ha avuto scampo. I killer, dopo averlo colpito, si sono rapidamente dileguati. L’omicidio sarebbe stato commesso intorno alle 17.15. Nel giro di pochi minuti sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Giugliano che hanno recintato la zona e avviato i rilievi del caso. Sul posto sono presenti diverse telecamere di sorveglianza che potrebbero aver immortalato la scena.

Gli inquirenti al momento non escludono alcuna ipotesi ma viste le modalità si fa sempre di più strada la possibilità che si tratti di un regolamento di conti all’interno della criminalità organizzata. Non è ancora chiaro perchè la vittima si trovasse nei pressi dell’hotel. Forse aspettava qualcuno e probabilmente a dargli appuntamento potrebbero essere stati gli stessi killer. Persone che la vittima credeva amici e che invece, come spesso accade nel mondo criminale, si sono trasformati in carnefici.

LEGGI ANCHE:

Giugliano, uomo ammazzato a Varcaturo