Racket del pane, condanne per oltre 245 anni ai “Capitoni”

Racket del pane, condanne per oltre 245 anni ai “Capitoni”

L’inchiesta è stata condotta dai pm Enrica Parascandolo e Henry John Woodkock, coordinati dal procuratore aggiunto Filippo Beatrice


NAPOLI – Condanne per oltre 245 anni complessivi ai componenti del clan Lo Russo, i cossiddetti “Capitoni”, protagonisti del “racket del pane”. Sono state accolte in toto, dal Gip Piccirillo, le richieste di condanna sulla vicenda che ha avuto luogo a Chiaia. L’inchiesta è stata condotta dai pm Enrica Parascandolo e Henry John Woodkock, coordinati dal procuratore aggiunto Filippo Beatrice.

Queste nel dettaglio, le condanne:

20 anni per Luigi Cutarelli e Vincenzo Lo Russo;
16 anni per Francesco Danese;
14 anni ed 8 mesi per Antonio Buono 14,8;
14 anni per Domenico Cerasuolo;
16 anni per Gaetano Cifrone;
4 anni per Carmine Danese;
8 anni per Giulio De angioletti;
 16 anni per Gerardo De Leo;
4 anni e 4 mesi per Anna Gargano;
7 anni per Giuseppe Loffredo;
14 anni per Carlo Lo Russo;
14 anni per Giuseppe Di Carlo 14 anni;
14 anni per Gaetano Milano 14 anni;
16 anni per Ciro Perfetto;
16 anni per Gennaro Ruocco;
7 anni per Domenico Rusciano;
8 anni per Anna Serino 8 anni;
16 anni per Mariano Torre.

Nell’operazione sono stati sequestrati panifici, negozi e soldi. In foto, sulla prima riga da sinistra ci sono: Domenico Cerasuolo, Luigi Cutarelli, Carlo Lo Russo, Vincenzo Lo Russo, Vincenzo Lo Russo e Giuseppe Loffredo. In seconda riga, sempre da sinistra: Antonio Lombardi, Gaetano Milano, Ciro Perfetto, Gennaro Ruocco, Mariano Torre e Anna Serino.

LEGGI ANCHE:

Pane e camorra, gli arrestati tra i Lo Russo. Spunta anche un omicidio stradale, i killer: “Sarà morta?”