Ras della Vanella fermato per droga. La villa bunker a Licola

Ras della Vanella fermato per droga. La villa bunker a Licola

Gli inquirenti: l’abitazione del suocero era la base. Diego Colurcio bloccato nel maxi blitz


LICOLA – Ha la casa al mare sul Litorale, il suocero dell’ex luogotenente del boss Umberto Accurso. E quella casa, stando a quanto emerge dall’inchiesta che ha portato all’arresto di diciassette persone l’altro ieri da parte dei carabinieri della Compagnia di Sessa Aurunca, Tra loro molti giuglianesi (LEGGI QUI)

L’abitazione era una vera e propria ‘base” per uno dei due ipotizzati gruppi che importavano la droga dall’Olanda per poi rivenderla ai pusher delle piazze di spaccio della stessa Castelvolturno, ma anche di diversi centri dell’agro aversano.

Ad essere colpiti dal provvedimento cautelare sono stati: Tarek Ajili, 28 anni, domiciliato a La Spezia: Fehmi Abdallah Ben. 24, Napoli; Chiheb Mabrouk Ben Hadj, 36, Napoli; Inés Salali Ben, 32, Napoli; Diego Colurcio, 31 anni, di Napoli Secondigliano; il suocero Cannine De Rosa, 54 anni, di Sant’Antimo; Sunday Egielemai, 32 anni, Gricignano d’Aversa; OUaliko Elawij, 34 anni, Gricignano d’Aversa; Isabella Frank, 35, domiciliata Pinetamare di Castelvolturno; Mohsen Hedfi, 45 anni. Napoli; Kamel Mejri detto Ajej, 42, Terni; Moncef Mrabet, 67, Anzio; Rose Omozokpia, 46, Castelvolturno; Uche Pedro Okoli, 45, Castelvolturno; Venatìus Innocent Okwudiri. 41. Trentola Ducenta: Anthony Osagie, 47, Lusciano, ritenuto il capo di una delle due ipotizzate associazioni; Ibrahim Radicca, 43, Castelvolturno; Zare Seyba, 40, Sant’Antimo, detto Sarin. Per loro l’ordinanza cautelare è in carcere.

Ai domiciliari invece Manuel Antonio Pinotes Revés, 47 anni, portoghese, domiciliato a Siena. La droga essenzialmente arrivava a Castelvolturno, Lusciano, Trentola Ducenta, Gricignano d’Aversa e altre zone dell’agro aversano.

Il ruolo di De Rosa, stando alle indagini sinora espletate, era proprio quello di provvedere all’organizzazione dell’acquisto e del trasporto di eroina e cocaina dall’Olanda fino a Castelvolturno e nei comuni dell’agro aversano.