“Sono il parroco, aprite”, si fingono sacerdoti e le svaligiano casa

“Sono il parroco, aprite”, si fingono sacerdoti e le svaligiano casa

Obiettivo dei malviventi persone anziane che vivono sole in casa


SAN CIPRIANO D’AVERSA – “Sono il parroco, aprite: devo benedire la casa”. Quella voce a lei, un’anziana che vive da sola in via Montecorvino a San Cipriano d’Aversa, non sembrava proprio quella di nessun sacerdote della zona. Quando dalla finestra ha notato, però, due persone in abiti religiosi non ha nutrito il minimo dubbi che quelli che stavano suonando alla porta fossero due preti. Ed invece erano due rapinatori senza scrupoli che l’hanno ripulita dei monili d’oro presenti in casa.

Colpo choc nella giornata di lunedì a San Cipriano d’Aversa: vittime due anziane che vivono entrambe nella zona di via Montecorvino e che hanno dovuto subire la sgradita visita di una nuova gang in azione sul territorio cittadino, quella dei “finti preti”. I due episodi non sono stati denunciati, purtroppo, né ai carabinieri né alla polizia ma sono stati resi pubblici in queste ore da un sacerdote vero, don Vincenzo, parroco della chiesa dell’Annunziata a San Cipriano. Durante la Santa Messa di ieri pomeriggio, infatti, il sacerdote ha messo in guardia le sue fedeli dall’aprire a chi si presenta nelle loro abitazioni per le benedizioni pasquali, diffidando ad accogliere in casa questi malintenzionati