Summit tra Orlando e Polverino: la rabbia di Lorenzo Nuvoletta

Summit tra Orlando e Polverino: la rabbia di Lorenzo Nuvoletta

La “vecchia guardia” era restia a cedere il libro mastro con gli affari del clan ma l’erede della storica famiglia maranese era sicuro: “Stanno solo prendendo tempo, già lo sanno che hanno perso tutto”


MARANO – Gli Orlando volevano il libro mastro degli affari dei Polverino per sancire ufficialmente il passaggio di consegne tra i due clan che sarebbe avvenuto dopo un summit in un ristorante di Pozzuoli. Grazie ad una microspia istallata sull’auto di Gennaro Sarappo, gli inquirenti hanno potuto intercettare i dialoghi tra lui e Angelo Orlando, Lorenzo Nuvoletta e Michele Sciorio.

Dagli audio emerge il ruolo di regista assunto da Lorenzo Nuvoletta che nel viaggio di andata verso il ristorante si compiace del lavoro svolto per convincere le altre famiglie del territorio a sottostare agli Orlando ma teme che i Polverino possano essere poco collaborativi quando si tratterà di definire gli affari del clan. In particolare, oggetto dell’incontro, è la spartizione e il riordino dei territori di Marano, Quarto, Casavatore e Qualiano.

Timori che si sono rivelati più che fondati, come dimostrano gli audio intercettati nell’auto al ritorno dal summit. Lorenzo Nuvoletta è molto contrariato al punto di alzare la voce e bestemmiare numerose volte perchè a suo modo di vedere il gruppo è arrivato impreparato all’incontro con i Polverino perchè non erano in possesso del libro mastro relativo agli affari del clan. Senza quello, gli Orlando non si sarebbero mai potuti rendere conto realmente del giro d’affari dei Polverino e non avrebbero mai avuto modo verificare quanto detto dagli uomini della “vecchia guardia” maranese.

Dai dialoghi emerge che questo non è il primo summit in cui la richiesta del libro mastro viene disattesa e questo particolare manda su tutte le furie Nuvoletta che è molto adirato anche nei confronti dell’emissario inviato dai Polverino. Per questo chiede e, con tutta probabilità, ottiene un incontro direttamente con i vertici. In auto, parlando con Gennaro Sarappo, dirà: “Stanno solo prendendo tempo, già lo sanno che hanno perso tutto”.

LEGGI ANCHE:

Il summit tra Orlando e Polverino in un ristorante di Pozzuoli