Hayden non ce l’ha fatta: il pilota è morto dopo 5 giorni di agonia

Hayden non ce l’ha fatta: il pilota è morto dopo 5 giorni di agonia

L’ex campione della MotoGP aveva 35 anni ed era ricoverato dopo un gravissimo incidente in bici all’ospedale Bufalini di Cesena


CESENA – Nicky Hayden è morto a 35 anni all’ospedale Bufalini di Cesena. L’ex campione del mondo della MotoGp (nel 2006, dopo un epico duello con l’amico-rivale Valentino Rossi) non è sopravvissuto ai traumi riportati nell’incidente in bicicletta, mentre si allenava, cinque giorni fa.

Ad annunciare il decesso l’ultimo bollettino medico dell’istituto. Dal momento del ricovero, le condizioni del pilota campione del mondo della MotoGp nel 2006, investito da un’auto durante un allenamento in bicicletta lungo la Riccione-Tavoleto, erano apparse gravissime. «Il Collegio medico ha accertato il decesso del paziente Nicholas Patrick Hayden, ricoverato da mercoledì scorso 17 maggio nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena a seguito del gravissimo politrauma occorso in quella stessa data», recita il testo del comunicato.

Il «Kentucky Kid» era reduce dalle gare di Superbike, dove correva con la Honda, a Imola e si stava allenando lungo nella vicina Misano Adriatico quando a uno stop è stato urtato violentemente da un’automobile. Ne era uscito con un violento trauma cranico e con diverse fratture a bacino e corpo.