Bucano la mano di un imprenditore napoletano con un cacciavite e lo rapinano

Bucano la mano di un imprenditore napoletano con un cacciavite e lo rapinano

E’ caccia ai tre malviventi in tutta la zona. Sulle loro tracce la Polizia. Cospicuo il bottino


SANTA MARIA CAPUA VETERE – Rapina violenta nel casertano. Il bottino è di mille euro ed un Rolex gmt del valore di sei mila euro. Per ottenerlo la violenza: un buco in una mano con un cacciavite inflitto alla vittima. E’ la sintesi- riportata da ilmattino.it- che racconta una violentissima rapina ai danni di un imprenditore napoletano che sabato notte è stato ferito con un cacciavite da tre uomini, probabilmente stranieri, a Santa Maria Capua Vetere. L’uomo si trovava a bordo di un’auto Bmw sulla carreggiata che da Santa Maria conduce a Teverola, nel Casertano, quando è stato raggiunto dai tre rapinatori che lo hanno «ripulito» costringendolo a parcheggiare in una stradina di campagna.

Denaro e orologio sono finiti nelle mani dei malviventi che hanno intimato all’imprenditore di vuotare le tasche e di consegnare persino le chiavi dell’auovettura che, però, i rapinatori non hanno poi rubato. La vittima è finita in ospedale e la denuncia è stata sporta alla polizia di Caserta che, in queste ore, è sulle tracce dei tre violenti rapinatori.