Da Giugliano un nuovo caso Tiziana: video hard fa il giro del web

Da Giugliano un nuovo caso Tiziana: video hard fa il giro del web

Il video amatoriale è stato girato da una terza persona e poi diffuso sui social. Tutti i protagonisti sono di Giugliano


GIUGLIANO – Da alcuni giorni sui gruppi Facebook sta circolando un video hard amatoriale con due uomini e una donna ripresi in esplicite scene di sesso. I protagonisti sarebbero tutti di Giugliano.  Il girato dura pochi secondi in cui si distingue nitidamente il ragazzo e si intravede solamente la ragazza, mentre del terzo si sente solo la voce. Il video è rimbalzato prima da smartphone a smartphone ed è definitivamente esploso quando è stato condiviso sul gruppo Facebook “Pastoria never dies” che conta più di 270mila iscritti.

Si è innescato così un circolo vizioso molto simile a quello che ha avuto come protagonista Tiziana Cantone, la ragazza che alcuni mesi fa si tolse la vita a seguito di una vicenda simile, schiacciata sotto il peso di una fama inaspettata quanto indesiderata. Dopo quanto successo tutti ci aspettavamo maggiore sensibilità attorno ad un tema così delicato. I social in pochi minuti possono distruggere la vita delle persone e il caso Tiziana Cantone ne è la prova. Ma la morte non ha fermato la parte più malata dei social.

Anche nel caso di questo video si è scatenata una caccia alla donna, vittima inconsapevole e forse anche un po’ ingenua. Il mostro del web si è attivato e in un attimo il vortice del voyeurismo più sfrenato ha risucchiato migliaia di utenti pronti a giudicare l’atto più intimo che c’è tra due persone.

A seguito di alcune verifiche è stato possibile identificare con certezza il protagonista del video, un ragazzo di Giugliano di cui per questioni di privacy non riveliamo il nome. Insieme con lui a riprendere la scena c’è un terzo ragazzo che lo incita durante l’atto sessuale e tra i suoi “ammiratori” del web è stato soprannominato il motivatore. Il video ha scatenato la reazione divertita di molti che hanno innalzato a vero e proprio mito il protagonista. Qualcuno lo avrebbe anche contattato per complimentarsi della sua prestazione ma il protagonista ha risposto, tra il sorpreso e il divertito, che non sa come il video sia finito in rete perchè gli è stato rubato il cellulare.

A prender buona la versione del protagonista il filmato sarebbe circolato a seguito del furto dello smartphone ma l’unica cosa certa è che la ragazza protagonista del video sicuramente non era cosciente che quelle immagini sarebbero state rese pubbliche.

A smuovere le acque e ad accendere i riflettori sulla vicenda è stata la blogger del Fatto Quotidiano Selvaggia Lucarelli, sempre molto attenta a queste tematiche e che da tempo è in prima fila per la lotta al cyberbullismo. La stessa blogger attraverso il suo profilo personale ha denunciato pubblicamente decine di utenti che avevano lasciato commenti di scherno sotto al post apparso su alcuni gruppi Facebook. La vicenda è destinata a far discutere e avrà sicuramente dei risvolti. Speriamo di non piangere un’altra Tiziana.