Oggi Schettino potrebbe finire in carcere: attesa per la sentenza

Oggi Schettino potrebbe finire in carcere: attesa per la sentenza

I giudici decideranno se confermare la condanna o aprire un nuovo giudizio


ROMA –  Oggi la Corte di Cassazione esprimerà un giudizio conclusivo sul caso del naufragio della Concordia. L’ex capitano della nave è già stato condannato dalla Corte d’Appello di Firenze a 16 anni di reclusione in seguito al tragico naufragio della Concordia nel quale persero la vita 32 persone.

La difesa si dice pronta a scendere in campo mostrando un video che proverebbe un aggravamento dell’incidente dovuto al malfunzionamento delle porte stagne, oltre a dimostrare che il Capitano non avrebbe abbandonato la nave. La carta che principalmente pare desinata a giocarsi la difesa è quella di trovarsi oramai davanti ad un processo mediatico.

In tribunale queste argomentazioni dovranno scontrarsi con quelle di chi, come il procuratore generale Francesco Salzano, chiederà invece un inasprimento della pena applicandole l’aggravante della previsione dell’evento, accusando l’ex capitano di quella che si classificherebbe come una colpa cosciente. L’accusa parla, con riferimento al comportamento di Schettino, di “inaudite negligenze” e sembra tutt’altro che disposta a concedere alcunché alla difesa, che dovrà smentire una requisitoria lucida ed implacabile.