Reati contro persone e patrimonio, cinque arresti per i carabinieri di Casoria

Reati contro persone e patrimonio, cinque arresti per i carabinieri di Casoria

In manette anche soggetti di Arzano, Afragola e Frattamaggiore


CASORIA – Cinque arresti da parte del carabinieri di Casoria impegnati sul territorio in un servizio di prevenzione e repressione dei reati contro persone e patrimonio. Si tratta di:

Ciro Botta, 50enne di Casoria raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Napoli in forza del quale dovrà espiare 1 anno e 3 mesi di reclusione per furto aggravato;
Salvatore Cutarelli, 62enne di Arzano che dovrà espiare invece 8 mesi di reclusione per una truffa commessa nel 2011 a Domodossola (VB) su ordine di custodia emesso dalla procura di Verbania;
Francesco Ronza, 37 anni di Afragola, arrestato su ordine di custodia emesso dall’ufficio esecuzioni penali di Spoleto che dovrà espiare 9 mesi di reclusione per aver concorso in una rapina aggravata a Todi nel giugno 2015;
Alessio Orefice, 26enne di Frattamaggiore, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio di sorveglianza di Napoli per cui dovrà espiare 2 anni per detenzione di stupefacente a fini di spaccio;
Salvatore Fiorentino, 47enne di Arzano arrestato su ordine di carcerazione emesso dalla procura di Bologna: dovrà espiare 2 anni e 4 mesi per un furto aggravato commesso nel 2013.

Tutti e cinque erano già pregiudicati, dopo le formalità di rito Ronza e Orefice sono stati tradotti a Poggioreale, mentre Botta, Cutarelli e Fiorentino sono ai domiciliari.

Durante il servizio non sono mancate le denunce all’autorità giudiziaria: un 36enne di Arzano è stato sorpreso sulla pubblica via a vendere 860 grammi di sigarette di contrabbando, un 44enne di Casoria è stato sorpreso a vendere in strada 10 chili di prodotti ittici, mentre una 43enne di Secondigliano è stata denunciata per furto aggravato perché sorpresa all’esterno di un grande negozio di abbigliamento di Casoria con indumenti intimi rubati nascosti nella borsa.