Sant’Antimo, si pensa alla fiaccolata per Rosa, la famiglia non approva

Sant’Antimo, si pensa alla fiaccolata per Rosa, la famiglia non approva

Con un post pubblicato su Facebook, hanno ringraziato tutti, ma non hanno ritenuto opportuno organizzare la fiaccolata


SANT’ANTIMO – Ancora nessuna notizia della 15enne di Sant’Antimo Rosa Di Domenico scomparsa una settimana fa. Dopo le recenti notizie, che la giovane si trovi nel nord Italia, le ricerche si sono concentrate nella città di Brescia.

Da alcune ipotesi, Rosa avrebbe preso contatti con un Pakistano residente nella città di Brescia  ed è proprio per questo motivo che la giovane avrebbe deciso di allontanarsi da casa per raggiungere questa persona. Da circa  sette giorni non si hanno notizie della 15enne, quindi la questione diventa molto delicata, più di quanto non lo fosse all’inizio. Tanta è la preoccupazione da parte dei familiari e dei conoscenti che stanno facendo l’impossibile per ritrovala e portarla a casa

Per il momento si fanno solo ipotesi, nulla di certo. L’unica cosa certa, è la ricerca fatta dal pc della giovane. Una ricerca degli orari dei treni per Brescia, ed è proprio per questo motivo che le ricerche da parte delle forze dell’ordine si sono concentrate nel capoluogo lombardo.

Tanto è l’affetto e la vicinanza che in questi giorni sta ricevendo la famiglia Di Domenico da parte degli abitanti di Sant’Antimo e non solo. Si era pensato di organizzare una fiaccolata per la piccola Rosa ma subito è arrivata la risposta negativa da parte della famiglia. Con un post pubblicato su Facebook, hanno ringraziato tutti, ma non hanno ritenuto opportuno organizzare la fiaccolata.

Questo è il post pubblicato sul Facebook:                                                                                                                            Avviso!! Noi, famiglia Di Domenico, vi ringraziamo per il vostro sostegno e
l’affetto che ci state dimostrando, ma in questo momento non ci sembra opportuno una fiaccolata pure perché i miei genitori non stanno bene moralmente. Fate girare questo rifiuto della fiaccolata se potete. Grazie, famiglia Di Domenico.