Elezioni, terremoto a Sant’Antimo: 3 arrestati. A casa 321 tessere elettorali

Elezioni, terremoto a Sant’Antimo: 3 arrestati. A casa 321 tessere elettorali

Nelle tessere c’era il facsimile della persona da votare. I carabinieri a casa dei titolari delle schede chiedono come siano finite nelle mani degli arrestati


SANT’ANTIMO – Tre persone sono state arrestate dai carabinieri a Sant’Antimo (Napoli), dove sono in corso le elezioni comunali.

Nella casa dove si trovavano i tre, i militari hanno fatto irruzione trovando 321 tessere elettorali, in ognuna delle quali era inserito un facsimile della scheda di voto con l’indicazione dei candidati da scegliere.

I tre arrestati sono il proprietario dell’abitazione, incensurato, e altre due persone che erano con lui. Su disposizione della Procura i carabinieri stanno restituendo le 321 tessere elettorali ai titolari, onde consentire loro l’esercizio del voto.

A tutti costoro viene anche chiesto quando e per quale motivo la tessera fosse stata consegnata ad altri. Il voto a Sant’Antimo, città di quasi 34mila abitanti, prosegue: sei i candidati sindaco in lizza.

Sant’Antimo, compravendita voti: è di un candidato di una lista civica il nome sui facsimile