Estorsioni e associazione mafiosa, arrestato il ras dei Casalesi

Estorsioni e associazione mafiosa, arrestato il ras dei Casalesi

L’uomo, pregiudicato, finì nell’inchiesta “Ultimo Atto” che svelò gli interessi della camorra su Lusciano


LUSCIANO – I Carabinieri del Comando Stazione di Lusciano, in esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dalla Corte di Appello di Napoli – ufficio esecuzioni penali, hanno tratto in arresto Antonio Oliva, alias “‘o funaro”, 74 anni. L’uomo,  ritenuto affiliato e referente del clan dei casalesi nell’area di Lusciano dovrà espiare la pena della reclusione di anni 8 e mesi 4, per i reati di estorsione aggravata e associazione per delinquere di stampo mafioso, commessi in Lusciano tra il 2007 e 2008. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce). Oliva finì nell’inchiesta “Ultimo Atto” che svelò gli interessi della camorra su Lusciano.