La tragedia sulla Salerno-Reggio Calabria: Antonietta e le figlie in terapia intensiva

La tragedia sulla Salerno-Reggio Calabria: Antonietta e le figlie in terapia intensiva

Nel tragico impatto sono morti il marito, Raffaele, e l’altro figlio, Luigi. A loro due sarà intitolato il condominio dove vivevano. Tanti gli incoraggiamenti sui social


POMIGLIANO – Sono ricoverate in terapia intensiva in 3 reparti diversi dell’ospedale di Cosenza Antonietta Dentino, detta “Tonia”, e le figlie di 4 ed 11 anni, coinvolte nel tragico incidente avvenuto due giorni fa sulla Salerno-Reggio Calabria, nei pressi della galleria Jannello. Nel tragico impatto tra due veicoli hanno perso la vita Raffaele La Rocca, 40 anni, marito di Tonia e l’altro figlio della coppia, Luigi, di soli 8 anni.

Antonietta, incoraggiata anche attraverso i social dagli amici e dai parenti, ma anche da tanti estranei che hanno voluto farsi sentire, ancora non sa di quanto è accaduto e sta lottando, tra la vita e la morte. Il quadro clinico complessivo resta grave, anche se la donna risponde bene alle cure dei medici.

Le bambine, come riporta edizionecaserta.it- stanno meglio. La più grande, 11 anni, ricoverata in Terapia Pediatrica, ha subìto un intervento ed ora è in miglioramento mentre la più piccola, di soli 4 anni, è rimasta ferita solo lievemente nonostante si trovasse in un groviglio di lamiere.

Sono attese nelle prossime ore, a Pomigliano, le salme di Raffaele e Luigi, deceduti nel tragico impatto assieme ad una coppia di anziani catanesi, ma residenti in Liguria, che erano a nordo dell’altra automobile. Gli abitanti del condominio di via Borgo Paciano 41, dove vive la famiglia La Rocca, sarà intitolato alla memoria di Raffaele e Luigi.