Lo accoltella e poi gli taglia il pene: così la moglie ha ucciso suo marito

Lo accoltella e poi gli taglia il pene: così la moglie ha ucciso suo marito

La vittima è un dirigente d’azienda. La donna ha chiamato la polizia confessando il brutale omicidio: lunedì l’interrogatorio


MODENA – Folle omicidio quello che ha per vittima il dirigente d’azienda Claudio Palladino, 60 anni, originario della provincia di Avellino ma trasferitosi a Modena per lavoro. La moglie Verona Popescu, ex badante rumena, lo ha accoltellato e poi lo ha evirato nella loro casa. Alla base di questo brutale delitto ci sarebbero le manie di persecuzione della donna, manifestate anche davanti alle forze dell’ordine.

I FATTI.  L’omicidio risale al 23 giugno, tra le 5 e le 6 del mattino. Verona si è svegliata presto per preparare la colazione. Poi armata ha versato del liquido bollente, forse olio, sulla faccia del marito che stava dormendo. Questo ha fatto scattare la rabbia dell’uomo innescando una lite. La moglie, già armata di coltello, lo ha colpito con circa una decina di fendenti. Dopo averlo ucciso, gli ha poi tagliato il pene. Solo dopo circa un’ora ha chiamato la polizia confessando l’accaduto. Quando gli agenti sono arrivati hanno assistito ad una scena raccapricciante, con la donna che chiedeva di visionare i genitali del marito perchè voleva mostrarli alle forze dell’ordine per dimostrare che erano “infetti”.

IL RACCONTO. Questo particolare è solo uno dei tanti segnali di squilibrio lanciati da Verona durante la prima chiacchierata avuta con gli agenti. La donna ha dichiarato di essere stata messa da parte dal marito che le dava della pazza perchè era preoccupata per delle macchie che le erano spuntate sulla pelle, macchie che in realtà non esistono. In generale il suo racconto è stato molto confusionario anche se gli inquirenti lo hanno trovato conforme con i rilievi effettuati nell’appartamento. Tuttavia non sono convinti del movente, giudicato a tratti “fantasioso” e che ha spinto il pm ad indagare ulteriormente le condizioni di salute della donna. Per il momento Verona Popescu è stata arrestata per omicidio volontario aggravato. Lunedì, passato lo stato di shock, ci sarà l’interrogatorio di garanzia e sarà possibile comprendere meglio le sorti dell’ex badante.