Molestie all’ospedale di Aversa: l’infermiere era già condannato per violenza sessuale

Molestie all’ospedale di Aversa: l’infermiere era già condannato per violenza sessuale

Avrebbe molestato anche delle infermiere del 118


AVERSA – Erano da poco passate le 2.30, quando M. chiede ad un infermiere di procurare una coperta per la sorella. L’infermiere dell’ospedale subito si attiva e porta la coperta nella stanza della donna e chiede al fratello di uscire dalla camera.

Senza alcuna obiezione l’uomo si porta fuori e sbircia dalla porta i movimenti dell’infermiere, che a sua testimonianza erano delle vere e proprie toccatine nelle parti intime della sorella, che in quel momento era stordita da alcuni farmaci che aveva assunto poco prima. L’infermiere ignaro di tutto continua nelle sue molestie e poco dopo scompare dal reparto. Nel frattempo il fratello della giovane donna, incredulo per quello che aveva visto, chiama la guardia giurata che era all’interno del reparto e racconta tutto l’accaduto, confermato anche dalla sorella che in quel momento riusciva ad avere un attimo di lucidità.

L’uomo, A.I. di Casal di Principe, recidivo per specifici reati. A quanto  risulta avrebbe molestato anche delle infermiere del 118. La cosa grave, essendo dislocato al Triage, abusava della banca dati per avere informazioni delle pazienti carine e successivamente le molestava, anche attraverso delle telefonate.

L’infermiere molestatore alle spalle si trova una condanna per violenza sessuale e reo di aver accoltellato anche il cognato. Da altre informazioni è stato visto più volte adocchiare alcune ragazzine all’esterno di una scuola sempre a Casal di Principe

LEGGI ANCHE: https://www.ilmeridianonews.it/2017/06/ricoverata-e-molestata-allospedale-di-aversa-la-denuncia-choc-del-fratello/