Padre e figlio morti in un incidente: la straziante lettera della zia

Padre e figlio morti in un incidente: la straziante lettera della zia

È la toccante lettera che ha scritto, cognata di Raffaele La Rocca e zia di Luigi


POMIGLIANO D’ARCO – «Pensavo di conoscere il dolore… ma solo ora conosco quanto grande esso sia… ciao Luigi amore di zia anima mia… tutto per me… la tua dolcezza è imparagonabile sei e rimarrai scolpito nel mio cuore sempre lasciando un grande vuoto, come quando mi venivi incontro e senza motivo mi abbracciavi dicendomi “ti voglio bene zia”… Raffaele fratello caro, pur essendo io la più grande mi chiamavi sempre (sorellina), ti ho voluto bene da subito e te ne vorrò per sempre. Aiutami da lassù ad affrontare tutto questo. Oggi io non ci sarò al vostro ultimo saluto… ma il mio cuore è con lì voi… sarò qui a prendermi cura di loro vicino ai tuoi gioielli, quei gioielli che abbiamo sempre condiviso insieme… tieni per mano Luigi e vegliate su di noi sempre. Vi voglio bene!».

È la toccante lettera che ha scritto ieri su Facebook Mariarosaria Dentino, cognata di Raffaele La Rocca e zia di Luigi, morti domenica nell’incidente stradale sulla A2. Ironia della sorta ieri Luigi avrebbe compiuto 9 anni. Restano in ospedale a Cosenza la mamma di Luigi (moglie di Raffaele), Antonietta Dentino le altre due figliolette. Antonella resta in coma: qualora si risvegliasse, oltre alle lesioni ai polmoni, dovrà subire interventi per le lesioni multiple agli arti inferiori.