Raid al bar dell’area di servizio: preso rom 18enne residente a Giugliano

Raid al bar dell’area di servizio: preso rom 18enne residente a Giugliano

Era insieme ad altri tre nomadi che però sono riusciti a scappare a bordo di un’Audi di grossa cilindrata


MARCIANISE – Sorpresa in flagrante la “banda dell’Audi” mentre tentava di mettere a segno un colpo ai danni di un bar nei pressi di un distributore di benzina. Uno dei componenti, un 18enne, è stato arrestato dai carabinieri mentre gli altri si sono dati alla fuga. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise nel corso della notte, sul tratto della SP 336 di quel centro, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per tentato furto aggravato in concorso, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli, di Seferovic Toni, cl. 1999, domiciliato presso il campo nomadi di Giugliano in Campania (NA). I militari dell’Arma, mentre transitavano sulla sp 336 del comune di Marcianise, hanno notato nei pressi dell’area di servizio “Esso” un’autovettura audi A4 di colore grigio ferma con il motore acceso.

Nel procedere al controllo del mezzo, i carabinieri, hanno subito rilevato la presenza di quattro uomini, uno seduto al posto guida, due vicino l’auto e uno intento a scassinare con due grimaldelli di grosse dimensioni la porta blindata del bar “Daddy”, posto nell’area antistante al citato distributore.

I Malviventi, accortisi della presenza dei militari, si sono subito dati alla fuga, tre di loro sono riusciti a far perdere le proprie tracce mentre allontanandosi a folle velocità a bordo dell’autovettura in uso, mentre il quarto è stato bloccato dopo aver scavalcato la recinzione dell’Autostrada ed arrestato dopo una breve colluttazione con i militari dell’Arma.

Indagini in corso per l’individuazione dei tre complici. Seferovic Toni è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria C.V. a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.