Sant’Antimo, in auto con una pistola pronta a sparare: arrestato

Sant’Antimo, in auto con una pistola pronta a sparare: arrestato

L’uomo risulta essere vicino al clan Ranucci-Petito, operante in zona


SANT’ANTIMO – Arrestato questo pomeriggio dai carabinieri della Compagnia di Giugliano Pasquale Cupa, alias “Ninotto”, legato da vincoli familiari a soggetti appartenenti al clan Ranucci- Petito, operante a Sant’Antimo e nei comuni limitrofi.

L’uomo, classe ’71, è stato bloccato a bordo della propria auto, una Fiat Stilo, lungo la via Appia. All’interno del borsello del suo borsello i militari dell’Arma hanno trovato una pistola beretta 98/F, calibro 9×21, completa di serbatoio contente 14 proiettili dello stesso calibro, di cui uno in canna.

L’arma risulta rubata nel 2014 a Falciano del Massico in provincia di Caserta. I militari hanno sequestrato sia la pistola che i proiettili e arresto il 46enne con l’accusa di porto e detenzione illegale di arma comune da sparo e munizionamento.

Guarda le foto: