Vip, bella vita e camorra: i fratelli Esposito legati a Bosti dei Contini

Vip, bella vita e camorra: i fratelli Esposito legati a Bosti dei Contini

I fratelli Esposito, arrestati questa mattina, avevano legami con i clan del camorra


NAPOLI – Erano legati a Ettore Bosti detto Ettoruccio ‘o russo, ultimo reggente a finire in carcere del potente clan Contini, i tre fratelli imprenditori Gabriele, Giuseppe e Francesco Esposito arrestati stamattina dagli uomini della Dia di Napoli. Ma sono anche parenti dei fratelli Bruno, Mario e Vincenzo Palazzo ritenuto il reggente del disciolto clan Sarno nella zona di piazza Mercato.
Dalle indagini e grazie al contributo di intercettazioni telefoniche e al racconto di numerosi pentiti è emerso che i tre Esposito, esercenti nel settore della distribuzione e della commercializzazione di giocattoli, avevano intestato fittiziamente ad un prestanome un’agenzia scommesse del brand piazza Mercato a Napoli, al fine di eludere le disposizioni in materia misure di prevenzione patrimoniali, con l’aggravante avere commesso il fatto di agevolare attività criminali di clan camorristici attivi nella zona Napoli.
I tre hanno sostenuto “le spese carcerarie” dei loro parenti Palazzo. Inoltre Gabriele Esposito è già stato condannato in primo grado a sette anni di carcere per associazione camorristica con il clan Sarno. E’ stato grazie all’amicizia che vantavano con il rampollo del clan Contini, Ettore Bosti che hanno goduto di protezione nell’ambito delle loro attività commerciali ottenendo sconti nelle richieste estorsive dai gruppi criminali. Secondo l‘inchiesta condotta dal procuratore aggiunto Filippo Beatrice e dai pm De Falco, Parascandolo e Teresi. Hanno intestato una serie di proprietà per non farle sequestrare a dei prestanome.