Tragedia a Venezia, giovane napoletana uccisa a coltellate dall’ex marito

Tragedia a Venezia, giovane napoletana uccisa a coltellate dall’ex marito

Sono entrambi della provincia di Napoli. Uno degli ultimi post della donna su Fb: “Mi fanno paura gli uomini che non capiscono che amare una donna vuol dire amare la sua libertà”


MUSILE DI PIAVE (Venezia) – “L’ho uccisa io, venite qui”. Sono le parole dette stamane al telefono ai Carabinieri da un uomo di 44 anni che ha accoltellato a morte l’ex moglie di 38 anni, nell’appartamento in cui la donna viveva a Musile di Piave con i due figli.

I ragazzi, di 9 e 15 anni, non erano presenti al momento dell’omicidio perchè in vacanza.
L’uomo è attualmente in caserma e sottoposto a interrogatorio. La donna era originaria di Torre del Greco (Napoli) e lavorava in un centro commerciale di Noventa.

La vittima si chiama Maria Archetta Mennella, 38 anni e viveva da qualche mese in un appartamento al secondo piano di uno stabile a Musile di Piave (Venezia). L’ex marito, che avrebbe confessato l’omicidio, è Antonio Ascione, 44 anni, anche lui di Torre del Greco.

La donna, in uno degli ultimi post su Facebook aveva condiviso una frase significativa: “Mi fanno paura gli uomini che non capiscono che amare una donna vuol dire amare la sua libertà”.