2017: L’estate è tutta un gioco

2017: L’estate è tutta un gioco

Partono i tormentoni, non solo musicali. Dalla trottola al balletto, ecco le manie estive degli italiani


Parte l’estate e partono i tormentoni, non solo musicali. Perché la corsa al gioco preferito in spiaggia ma anche a casa, dal vivo oppure on line e una vera febbre contagiosa. Dalla trottola al balletto, ecco le manie estive degli italiani.

L’estate si sa è tempo di pause, di vacanze. Si allenta la tensione, si pensa al mare e a rilassarsi e l’intrattenimento riconquista un posto d’onore tra le priorità. È così che ogni estate nascono nuovi giochi-tormentone, vere e proprie manie che rimbalzano dalla realtà al web e viceversa.

Vediamo cosa ci riserva quindi il 2017!

Il vestito d’anguria

Ne parlano addirittura le testate nazionali. E ecco il gioco social dell’estate! Di cosa si tratta? È di una semplicità a dir poco imbarazzante: si ritaglia una fettina di anguria e la si posiziona in modo che, facendo una foto, si “trasformi” in un vestitino. Gioco perfetto per postare immagini su Instagram, immediato e anche un po’ vintage se vogliamo, sarà per questo che impazza sui social.

La trottola impazzita

Il fidget spinner è un giocattolo, una sorta di piccola trottola, il cui corpo rotante è imperniato su un cuscinetto a sfera centrale che permette di farla ruotare. Apparso in Italia già da qualche mese continua ad essere una vera e propria mania. È infatti uscita anche una app dedicata a chi preferisce il lato virtuale dell’intrattenimento.

Let’s dance

Il gioco può essere anche fisico, anzi, decisamente fisico e può avere a che fare con le hit-tormentone del momento. Parliamo dei balletti! Quelli che hanno fatto la fortuna mediatica di personaggi come Gianluca Vacchi. Se il gioco prediletto da alcuni allora è ballare, ci si prepari a muoversi a ritmo di “Pamplona“ di Fabri Fibra, oppure al tempo di “Tra le granite e le granate” di Francesco Gabbani!

Il trend dell’unicorno

In circolazione anche questo da qualche mese è presto diventato un oggetto di tendenza. Non solo un gioco ma una vera e propria mania. C’è chi disegna arcobaleni ovunque, chi si stampa le magliette e chi si auto crea accessori con pony alati e cavalli dal corno magico!

L’estate dei morti viventi

Purtroppo da pochi giorni ci ha lasciato il grande George Romero, che ha segnato la storia con il suo capolavoro, simbolo di tutti gli affamati di giustizia “La notte dei morti viventi”. Ecco forse perché c’è stata un’impennata d’attenzione verso i giochi a tema zombie. Forse, in qualche maniera, un modo per esorcizzare, da parte dei suoi fan ed estimatori, il dolore per la scomparsa del talentuoso regista, maestro indiscusso del genere e non solo.