Agguato a Piscinola: convalidati i due fermi per i sicari che ferirono un 15enne

Agguato a Piscinola: convalidati i due fermi per i sicari che ferirono un 15enne

L’obiettivo dei killer era un ex pentito che tradì il clan de Lo Russo


NAPOLI/ MARIANELLA : Convalidati dal GIP i fermi eseguiti dai Carabinieri nei confronti dei 2 autori dell’agguato in cui rimase ferito un 15enne. Il vero obiettivo poco prima aveva fatto recapitare un biglietto in cui chiedeva aiuto
I Carabinieri di Marianella e del Nucleo Operativo della Compagnia Vomero hanno sottoposto a fermo Marco Perfetto, 41enne e Carlo Perfetto, 22enne, entrambi di Piscinola e ritenuti contigui al clan camorristico dei Lo Russo, resisi responsabili del tentato omicidio messo in atto sabato sera nel quartiere napoletano di Marianella ai danni di un 41enne del posto.
I 2, a bordo di uno scooter guidato da Carlo Perfetto, hanno raggiunto piazza Tafuri e avvicinato il 41enne: quando si sono trovati faccia a faccia Marco Perfetto ha esploso un colpo di pistola contro l’obiettivo, non colpendolo e ferendo invece un 15enne che solo per sventura si trovava a pochi metri da loro.
Le testimonianze e le informazioni raccolte, l’esame delle telecamere installate in zona, le ricerche senza soluzione di continuità, hanno permesso di riscostruire la dinamica del tentato omicidio. A casa di Marco Perfetto, inoltre, i Carabinieri hanno trovato il casco calzato durante l’agguato.
È emerso anche che la vittima poco prima aveva fatto recapitare ad alcuni suoi familiari un biglietto in cui chiedeva di essere aiutato.
Terminate le formalità i 2 sono stati associati al Centro penitenziario di Napoli-Secondigliano.
Dopo il loro interrogatorio, il G.I.P. di Napoli ha convalidato i fermi e disposto la permanenza in carcere.

LEGGI ANCHE:

Agguato a Piscinola: l’obiettivo dei killer è un ex pentito che tradì i Lo Russo