Arrestati gli impresari del clan: feste con neomelodici e comici della tv

Arrestati gli impresari del clan: feste con neomelodici e comici della tv

Si tratta di padre e figlio accusati di riciclare i denaro della cosca. Sotto osservazione anche eventi in piazza e feste private


TORRE DEL GRECO – I carabinieri di Torre del Greco hanno arrestato Clemente e Carlo Menzione, rispettivamente padre e figlio, con l’accusa di riciclare denaro sporco per conto del clan Falanga, operante nella zona. I due sono molto conosciuti in città come organizzatori di eventi e feste di piazza. Una prima tempesta giudiziaria li aveva investiti nel 2014 quando i due impresari furono arrestati con l’accusa di organizzare eventi e feste private in locali e case dei boss. I nomi degli artisti svariano dal panorama nazionale fino a quello locale con cantanti neomelodici o comici di alcuni noti programmi televisivi. All’epoca furono posti sotto sequestro numerosi beni, compresa l’agenzia “Music Live” gestita dai Menzione attraverso la quale erano stati organizzati eventi in piazza ma anche all’interno di numerose carceri.

Gli artisti coinvolti sono ovviamente da considerarsi estranei ai fatti e ai reati commessi dai due arrestati. Padre e figlio erano stati confinati ai domiciliari e lo scorso aprile Clemente era stato sorpreso in strada a bordo di una motocicletta per le strade di Torre del Greco ed era stato denunciato. I due, dopo le formalità di rito, sono stati trasferiti nel carcere di Poggioreale.