Assalti ai tir e sequestri di persona in autostrada: sgominata banda

Assalti ai tir e sequestri di persona in autostrada: sgominata banda

I malviventi, armi in pugno, assaltavano i tir carichi di sigarette


SANTA MARIA CAPUA VETERE – Comunicasi che in data 20 c.m. personale della Polstrada di Napoli – Squadra di PG, nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, nella persona del Sostituto Procuratore della Repubblica, dott.ssa  G. COZZOLINO,  alle ore 05.00 circa,  ha proceduto all’esecuzione di nr. 10 ordinanze di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari  a carico di :-

 

·         TRUGLIO Salvatore nato a Napoli il 06.01.1949

·         TRUGLIO Raffaele nato a Napoli il 02.11.1954

·         COSENTINO Gennaro nato a Napoli il 24.9.1958

·         MAGLIOZZI Cosimo nato minturno il 08.04.1963

·         ZAMBRANO Rocco nato a Sarno 08.06.1975

 

Tutti ristretti presso le case circondariali di Poggioreale e Fuorni

 

Nonché di:-

·         RUSSO Antonio nato a Padula 01.01.1955

·         TRUGLIO  Carmine nato a Napoli 14.01.1972

·         TRUGLIO Gennaro nato a Napoli il 15.04.1958

·         TRUGLIO Massimiliano nato a Napoli il 11.12.1973

 

Tutti sottoposti al regime restrittivo degli arresti domiciliari.-

Tutti responsabili in concorso tra loro dei reati di associazione a delinquere finalizzata alle rapine a mezzi industriali  e sequestro di persona

Il presente provvedimento cautelare costituisce è il risultato di un’articolata attività di indagine, che ha consentito di monitorare l’attività di una serie di soggetti dediti in maniera costante alla commissione di reati contro il patrimonio e, in particolare, a lucrose rapine a mano armata in danno di conducenti di TIR carichi di sigarette, diretti dall’uscita autostradale di Caserta verso la sede della ditta “LOGISTA”, sita in  Maddaloni

L’indagine prendeva le mosse da una pregnante intuizione investigativa relativa al coinvolgimento di una famiglia di piccoli imprenditori ( i fratelli TRUGLIO di Napoli) operanti nel settore dell’autotrasporto e della logistica.

L’attività partiva dalla ricerca della base logistica della rapina consumata in Marcianise nel febbraio del 2015 in danno di un autotrasportatore straniero, conducente di veicoli industriali trasportante sigarette. La squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento POLSTRADA di Napoli, a seguito del citato evento, d’ intesa con questa Procura iniziava  una serrata attività investigativa con tradizionali tecniche investigative di pedinamento e intercettazioni per contrastare il sodalizio criminale dedito alle rapine in danno di detti  autotrasportatori.-

Durante le fasi delle investigazioni si riusciva ad identificare  il sodalizio  che,  nel febbraio del 2015, in prossimità dello svincolo autostradale di Caserta Sud, si era reso responsabile della rapina  a mano armata e contestuale sequestro di persona in danno di un autotrasportatore straniero carico di tabacchi  per un valore di euro 2.500.000,00.-

Nel mese di Ottobre 2015, durante la fase delle indagini, veniva perpetrata un’ulteriore rapina in danno di altro autotrasportatore di nazionalità spagnola che trasportava tabacchi lavorati di ugual valore, perpetrata sempre con uso delle armi.-

Per questo evento il personale della squadra di polizia Giudiziaria del Compartimento Polstrada di Napoli riusciva a recuperare l’intero carico, sottoponendo a sequestro dei Jammer utilizzati dal gruppo criminale. Nel novembre del 2015, con l’approssimarsi delle festività natalizie, il gruppo  oggetto delle indagini, si appropriò  indebitamente di un  veicolo industriale carico di frutta secca per poi   rivendere il carico al “ mercato nero”.

Anche in questa occasione l’intero carico fu recuperato dalla Polizia Giudiziaria della Polstrada di Napoli. In tutti questi eventi il suddetto gruppo criminale adoperava altri veicoli commerciali al fine di “imbottigliare” e bloccare il tir da rapinare  carico di sigarette, utilizzando nell’occasione  costosi e sofisticati  dispositivi elettronici “ jammer” necessari per oscurare il segnale dell’antifurto satellitare del mezzo rapinato.-