Bolli falsi, manette per sei avvocati dei tre tribunali del napoletano

Bolli falsi, manette per sei avvocati dei tre tribunali del napoletano

Emessi quattro divieti di dimora, sette avvocati sono stati interdetti e altri 98 sono a rischio processo


TORRE ANNUNZIATA – Bolli falsi: sei arresti, quattro divieti di dimora, sette avvocati interdetti e altri 98 a rischio processo. Si è chiusa così l’inchiesta della Procura di Torre Annunziata, che ha scoperto l’utilizzo di 6571 marche da bollo false per una truffa di oltre 400mila euro.

 Le indagini, condotte dai carabinieri del comando anti falsificazione monetaria di Roma e il personale della polizia giudiziaria, polizia municipale e dei carabinieri della stazione di Gragnano, dal 2013 al 2016 hanno portato alla scoperta del sistema. In carcere Andrea Andreotti, Augusto Nappo, Innocente Ottaiano e Domenico Viscovo, ai domiciliari Andrea Caruso e Stefano Mautone, divieto di dimora Saverio Buonincontro, Melania Grassi, Vincenzo Marino e Raffaele Monda. Interdetti gli avvocati Pasquale Ambrosino, Antonio Celati, Rita Criscuolo, Carmine Lettieri, Ferdinando Panico, Felice Petrella e Domenico Romano, tutti avvocati del foro di Napoli, Nola e Torre Annunziata.