Camorra, mazzata al clan Vanella-Grassi: condannati ad un secolo di carcere

Camorra, mazzata al clan Vanella-Grassi: condannati ad un secolo di carcere

La sentenza è arrivata nel processo che si è svolto con il rito abbreviato


NAPOLI – Mano pesante del Tribunale di Napoli nei confronti del clan della Vanella Grassi. Quasi un secolo di carcere per gli otto esponenti del gruppo legato a Umberto Accurso. La sentenza è arrivata nel processo che si è svolto con il rito abbreviato.

 

Le condanne: Ciro Barone, 14 anni di reclusione; per Diego Colurcio, 12 anni; per Umberto De Vitale, 12 anni; per Salvatore Frasca, 12 anni; per Pasquale Lucarelli, 12 anni;  per Alessandro Frate, 12 anni; per Joanderson Monaco, 12 anni e otto mesi e infine per Daniele Granata, 9 anni e 4 mesi. A inchiodare i presunti affiliati alla Vanella Grassi di Secondigliano sono state le dichiarazioni degli ex reggenti della cosca ovvero i pentiti Antonio Accurso, fratello di Umberto, e Rosario Guarino detto “Joe Banana”.