Campo rom di Giugliano, Tirozzi: “Villaricca deve esprimersi. Punzo ci metta la faccia”

Campo rom di Giugliano, Tirozzi: “Villaricca deve esprimersi. Punzo ci metta la faccia”

Il consigliere di opposizione: “Villaricca non può sottrarsi ad esprimersi politicamente sulla questione”


VILLARICCA – La questione ecovillaggio rom di Giugliano tiene banco anche a Villaricca, città confinante a quella della mela annurca e quindi direttamente interessata alla vicenda. Tra i cittadini è tanta la preoccupazione sulle eventuali ripercussioni del nuovo campo di ponte Riccio. Dopo la sentenza del Tar che ha stabilito che deve essere il consiglio comunale di Giugliano a deliberare sull’eventuale referendum, anche nell’antica Panicocoli si vuole portare la vicenda in assise.

Tobia Tirozzi (Trasparenza per Villaricca) ed altri consiglieri comunali – nel consiglio comunale dello scorso 3 marzo 2017 – chiesero di istituire una commissione ad hoc che fu bocciata dal sindaco con la promessa – da parte del primo cittadino – di provvedere ad inserire il punto all’ordine del giorno nei successivi consessi civici. Nonostante la promessa e svariate sedute dell’assise passate, la questione non è stata ancora discussa.

Tirozzi, dopo innumerevoli richieste di immissione del punto all’ordine del giorno in consiglio comunale ha inviato anche una ulteriore PEC (dopo una precedente di fine marzo (PEC) sollecitando il sindaco e il Presidente del Consiglio a portare l’argomento in consiglio.

 “Villaricca non può sottrarsi ad esprimersi politicamente sulla questione dell’Ecovillaggio Rom che si vuole costruire su Giugliano – dichiara Tobia Tirozzi – Non possiamo permettere di creare ghetti ma dobbiamo consentire anche noi una integrazione diversa. Chiederò nuovamente al Sindaco di metterci la faccia e di esprimersi, lo dobbiamo ai nostri concittadini.”