Capitano De Lise: “Sono più innamorato io di Giugliano che alcuni giuglianesi”

Capitano De Lise: “Sono più innamorato io di Giugliano che alcuni giuglianesi”

“Mi auguro che questo possa cambiare, lavoriamo per acquistare lo spirito di collaborazione dei cittadini”


GIUGLIANO – A margine del convegno sulla legalità tenutosi ieri alla Pro Loco, è intervenuto tra gli altri il capitano dei carabinieri di Giugliano, Antonio De Lise.

“Qualcuno mi ha chiesto se da quando sono arrivato, Giugliano sia cambiata: questo non lo so – ha dichiarato il comandante – So che sono aumentati gli arresti. Pochissimi però quelli effettuati con l’aiuto o le segnalazioni dei cittadini.

Deve cambiare questa mentalità. Io penso che chi si fa i “fatti suoi” è anch’esso un camorrista. Restando in silenzio, non denunciando i soprusi della criminalità organizzata, si favorisce quest’ultima e si da modo che i camorristi aumentino e l’organizzazione si rafforzi.

Certe volte penso che sono più innamorato io di Giugliano che alcuni giuglianesi, nonostante io non sia del posto. E questo è davvero triste.

Mi auguro che questo possa cambiare, lavoriamo per acquistare lo spirito di collaborazione dei cittadini. Per questo ci poniamo in maniera quasi amicale coi cittadini sperando che questa mentalità cambi. Sperando che tutti acquistino la consapevolezza che lo stato è dalla loro parte, non la camorra o i camorristi, che invece finiscono solo in due modi: o in galera o al cimitero”.

TUTTO L’INTERVENTO DEL CAPITANO