Casoria, usura ad una ditta di autotrasporti: tre a processo, tra questi un presidente di Banca

Casoria, usura ad una ditta di autotrasporti: tre a processo, tra questi un presidente di Banca

Secondo la procura, il dirigente non avrebbe impedito “che venissero applicati interessi usurai” superiori al cosiddetto “tasso soglia”


CASORIA – Usura su conti correnti stipulati con una società di autotrasporti del Napoletano che avrebbero costretto la stessa società a chiudere. E’ quanto viene contestato ai tre imputati, tra i quali Corrado Mariotti, all’epoca dei fatti presidente del cda di Banca popolare di Ancona, che saranno giudicati con rito abbreviato dal gup di Napoli Francesca Ferri, con udienza fissata al 31 ottobre. A chiedere il giudizio abbreviato- come riporta cronachedellacampania.it- è stato l’avvocato Angelo Peluso, difensore di Mariotti e degli altri due imputati, direttori di una filiale napoletana della banca rispettivamente tra il 2010 e il 2013 e tra il 2013 e il 2014.

Il giudice ha ammesso la costituzione di parte civile per i due fratelli Vincenzo e Giuseppe Bifaro, titolari della società di autotrasporti con sede a Casoria, difesi dall’avvocato Francesca Pengo. Secondo la Procura di Napoli, Mariotti, nella sua qualità di presidente del consiglio di amministrazione di Ubi Banca popolare di Ancona, non avrebbe impedito “che venissero applicati interessi usurai” superiori al cosiddetto “tasso soglia”.