Confessa l’assassino di Vincenzo: «L’ho ucciso e gettato in mare a Licola»

Confessa l’assassino di Vincenzo: «L’ho ucciso e gettato in mare a Licola»

Si è trattato di un delitto passionale


GIUGLIANOParla l’assassino di Vincenzo Ruggiero, il 25enne scomparso oltre una settimana fa: «Si, l’ho ucciso io, perché aveva una relazione con il mio compagno: poi dopo ho caricato il cadavere in auto e l’ho gettato in mare a Licola». Ci sarebbe dunque un movente passionale dietro il suo assassino che sarebbe avvenuto il 7 luglio che è anche l’ultima volta che la vittima è stata avvistata. Le ricerche per recuperare il cadavere sono tutt’ora in corso lungo la costa del litorale. L’assassino è stato inchiodato grazie alle immagini di una telecamera di video sorveglianza di uno studio privato che punta proprio verso l’ingresso della casa della vittima: l’occhio elettronico ha immortalato il 35enne che entra nell’abitazione di Vincenzo e ne esce solo qualche ora dopo caricando delle valigie e un sacco con qualcosa di molto pesante.

È stato lo stesso assassino a fornire la ricostruzione di quanto accaduto quel giorno. I due si sono incontrati a casa per discutere poi i toni si sono accesi e ha spinto Vincenzo che è caduto all’indietro battendo la testa contro un mobile. Un colpo molto forte che gli ha provocato un’emorragia mortale. Il 35enne però invece di chiamare i soccorsi ha deciso di inscenare la fuga di Vincenzo facendo sparire alcuni suoi oggetti personali e occultando il cadavere.

ECCO IL VIDEO DELL’ASSASSINO CHE CARICA IN AUTO IL CADAVERE DOPO L’OMICIDIO

LA TRAGEDIA DI VINCENZO – ECCO L'ASSASSINO DI GIUGLIANO CHE CARICA IN AUTO IL CADAVERE DOPO L'OMICIDIOLeggi >> https://www.ilmeridianonews.it/2017/07/vincenzo-morto-ucciso-un-rapporto-gay-un-uomo-giugliano/

Pubblicato da Il Meridiano News su Sabato 29 luglio 2017