Consiglio comunale deserto a Qualiano: la denuncia dell’opposizione

Consiglio comunale deserto a Qualiano: la denuncia dell’opposizione

Il consigliere Salvatore Onofaro: “Il Sindaco De Luca non ha i numeri sufficienti per l’approvazione del bilancio di previsione”


QUALIANO – “I Consiglieri di Minoranza continuano a denunciare alla cittadinanza e attraverso questa seconda nota, alla Stampa, alPrefetto e alle autorità competenti che la seduta del Consiglio Comunale è andata deserta!”

Lo scrive in una nota il consigliere di minoranza del Comune di Qualiano, Salvatore Onofaro.

“Come già ampiamente previsto e anticipato- continua Onofaro- il Sindaco De Luca non ha la maggioranza numerica e politica per approvare il DUP ( Documento Unico di Programmazione 2018-2019-2020 che ricordiamolo costituisce atto e presupposto indispensabile per l’approvazione del bilancio di previsione….art. 170 comma 5 del d. leg.267/2000 TUEL Art. 67 – Mancata Approvazione del Bilancio nei Termini. Con conseguente Commissariamento e informativa contestualmente dell’avvenuto al Prefetto, perché avvii la procedura di scioglimento del consiglio, ai sensi dell’art.141, comma 2, D. Lgs. n.267/2000.TUEL. ).
Pertanto come previsto, è andato deserto il Consiglio Comunale, tra l’altro indetto in data odierna con orario alle 8,00 e in 1° convocazione per impedire la partecipazione dei cittadini, di assistere al vergognoso spettacolo offerto dal Sindaco De Luca che è andato in scena per l’assenza pilotata del numero legale occorrente della presenza dei consiglieri previsti per la seduta. )
Questo giochino spregevole e ormai divenuto rituale, per consentire al Sindaco De Luca senza Maggioranza Politica e Numerica, ormai da quasi 1 anno, di tirare a campare, abbassando il quorum dei consiglieri coraggiosi che saranno presenti in 2 convocazione, guadagnare tempo per convincere qualcuno di loro ancora riluttante e indeciso ad essere disposto a chiudere gli occhi ,turarsi il naso, sfidare con audacia e ardimento il Giudizio della Magistratura Contabile e salvare il Sindaco e la poltrona del Consigliere Metropolitano Marrazzo per portare a termine la scadenza naturale della Consiliatura.

I cittadini sappiano che la Minoranza metterà in campo tuto quanto è necessario è previsto dalle regole democratiche per impedire che tale atto venga perpetrato in danno del Bene Comune.

Poiché i Conti Pubblici in Bancarotta, certificati con i pareri negativi del Collegio dei Revisori , comporterà un aumento di tasse e prelievo fiscale , che a questo punto sarà frutto di un disegno criminoso preordinato che si compirà con ulteriori aumenti di tasse e prelievi forzosi dalle tasche dei cittadini e contribuenti Qualianesi. Di tutto ciò dovranno sentirsi responsabili e vergognarsi quei consiglieri che conoscendo perfettamente la situazione contabile dell’ Ente asseconderanno ,consapevoli in coscienza e professionalità che tale atto fiscale criminoso denunciato si compia , nella 2° convocazione di domani del Consiglio Comunale anche questa alle 8,15. quando con assordante silenzio, alzeranno la mano e diranno Si”.