“Dacci lo scooter”: infermiere accoltellato e ucciso per difendere il motorino

“Dacci lo scooter”: infermiere accoltellato e ucciso per difendere il motorino

L’uomo, 52enne, ha tentato sanguinante la corsa disperata al pronto soccorso, ma non ce l’ha fatta


NOCERA INFERIORE –  Ieri sera, in via Origlia, un infermiere del nosocomio Umberto I di 52 anni, Maurizio Fortino ha perso la vita cercando di difendere il proprio scooter da due banditi.

Erano da poco passate le 22 quando Maurizio in sella al suo scooter, uno Yamaha, percorreva la strada quando  all’altezza dell’ex commissariato di polizia, è stato avvicinato da due giovani che viaggiavano a bordo di un altro motorino.

“Dacci lo scooter”, hanno esclamato i balordi cercando di intimorire l’infermiere, minacciandolo di farsi consegnare la moto. All’inizio l’uomo credendo che si trattasse di uno scherzo di ragazzini, non curante dell’intimidazione, ha proseguito dritto.

I due malviventi lo hanno seguito, e lo hanno bloccato. Fatto scendere dallo scooter e immobilizzato. E quando hanno visto che l’infermiere si dimenava per difendere il suo motorino non hanno esitato  colpirlo con un coltello. E’ bastato un solo colpo per mettere in pericolo la vita dell’uomo che è riuscito a risalire sul  mezzo tentando di arrivare in ospedale, ma la ferita era troppo grave. Così Maurizio è caduto dal suo mezzo in una pozza di sangue.  Alcuni automobilisti presenti alla scena  hanno condotto l’infermiere in ospedale, ma era già troppo tardi.