Follia ad Aversa: tampona il figlio del boss e finisce accoltellato

Follia ad Aversa: tampona il figlio del boss e finisce accoltellato

Dopo un breve inseguimento, il giovane è stato colpito più volte. Trasportato al Moscati


AVERSA – La scorsa notte un litigio, quasi sfociato in tragedia, ha visto protagonisti due giovanissimi nel centro storico della città normanna. In via Crispo, si sono scontrate due autovetture ed uno dei guidatori è andato via  forse per timore di dover risarcire i danni in seguito al tamponamento.

A quel punto il ragazzo è stato inseguito dall’altro conducente e da altri amici presenti al momento dell’incidente. Una volta incontratosi è nata una lite che poteva sfociare in un dramma.

Stando alla ricostruzione della vittima, l’altro guidatore avrebbe estratto un coltello e  lo avrebbe colpito più volte. Il giovane è caduto ferito al suolo, mentre l’autore del folle gesto sarebbe andato via a bordo della sua vettura.

Immediato il trasporto al Giuseppe Moscati di Aversa per il ferito, che per fortuna, non è in gravi condizioni. Il fendente non ha compromesso alcun organo vitale.

All’indomani, avviate già le indagine per ricostruire meglio la dinamica dell’episodio, si presenta al commissariato di Aversa il 20enne, insieme al suo legale, raccontando di aver colpito il conducente dell’altra vettura con un medaglione e non con un coltello. Il giovane è figlio di uno dei massimi esponenti del clan dei Casalesi, al momento in carcere.

Il 20enne, ritrovato  anche sprovvisto di patente, è stato denunciato.