Il Vesuvio brucia senza tregua: in arrivo Vigili del fuoco dal Nord

Il Vesuvio brucia senza tregua: in arrivo Vigili del fuoco dal Nord

Le fiamme si ergono dai boschi dei Monti Lattari e Faito, sui rilievi che sovrastano la penisola sorrentina e la costiera amalfitana. Molte zone sono franate rendendo i collegamenti inaccessibili


NAPOLI – Nonostante la massima presenza di vigili del fuoco e protezione civile sul posto i roghi continuano nella zona vesuviana, le fiamme si propagano a fasi alterne ovunque.

In questo momento la situazione va aggravandosi soprattutto nei pressi di Boscotrecase, in via Fruscio, dove rischia una storica tenuta viniviticola. Fiamme e fumo si ergono dai boschi dei Monti Lattari e Faito, sui rilievi che sovrastano la penisola sorrentina e collega alla costiera amalfitana.

Molte zone sono franate rendendo i collegamenti inaccessibili, nel frattempo sono impegnati 300 uomini tra protezione civile, pompieri tra Ercolano e Ottaviano e 5 elicotteri regionali nelle altre zone della Campania, ma non basta.

Sono partiti oggi da Trieste e da Udine squadre dei Vigili del fuoco armati di grosse autobotti e autocarri che raggiungeranno presto Napoli per partecipare alle operazioni di spegnimento dei maxi incendi campani.