In moto senza casco, boom di multe e sequestri a Sant’Antimo

In moto senza casco, boom di multe e sequestri a Sant’Antimo

La Polizia Municipale avverte: “Nei prossimi giorni continueremo i controlli”


SANT’ANTIMO – Mattinata movimentata per gli agenti della polizia municipale che hanno fermato diversi centauri che giravano a bordo dei motocicli senza casco.

Alcuni di essi, hanno intentato una forma di protesta iniziale per evitare le dure sanzioni previste dal codice della strada, ma nulla di fatto, i veicoli sono stati sottratti ai responsabili e posti sotto sequestro. Gli uomini del comandante, Maggiore Biagio Chiariello, hanno dovuto fare i conti con diverse problematiche attuali che sicuramente non favoriscono le attività repressive poste in essere, e cioè le difficoltà di collocare i veicoli  presso le depositerie giudiziarie che ormai risultano essere strapiene.

Questa è una problematica comune a tutte le forze di polizia che operano per il rispetto delle norme del codice della strada. Per fortuna però, che è stata trovata una collocazione idonea presso un deposito custodia. Quella posta in essere dall’organo di polizia locale è una delle attività che ogni anno permette di contare numerose sanzioni per violazione all’articolo 171 del codice della strada e decurtazione punti dalla patente di guida.

A carico dei responsabili il sequestro del mezzo per sessanta giorni e inflizione delle sanzioni. In alcuni casi i veicoli sono risultati essere sprovvisti di copertura assicurativa, motivo per il quale è stato operato il sequestro finalizzato alla confisca e sanzioni per circa mille euro per ciascun mezzo.

Continueranno nei prossimi giorni i controlli e le sanzioni a carico di coloro che trasgrediscono le regole.