L’imputato sa parlare solo in napoletano: il giudice si affida ad un interprete

L’imputato sa parlare solo in napoletano: il giudice si affida ad un interprete

La singolare decisione in vista di un imminente processo penale


MACERATA – Un interprete per tradurre dal napoletano all’italiano. E’ quanto ha disposto- come riporta ilrestodelcarlino.it- il giudice Francesca Preziosi, del Tribunale di Macerata, nell’ambito di un processo penale a carico, appunto, di un napoletano.

Con decreto di citazione perito, l’incarico è stato affidato all’avvocato Andrea di Buono, originario di Napoli, del foro di Macerata. L’udienza si terrà il 14 luglio.

Più volte i giudici chiedono aiuto per la traduzione di quanto riferiscono in udienza imputati o testimoni. In genere, però, la richiesta di interpreti avviene quando si ha a che fare con persone dei paesi asiatici. Singolare la traduzione dal napoletano all’italiano.