L’inquietante post prima del delitto: “Sono un mostro. Perchè dovrei scusarmi?”

L’inquietante post prima del delitto: “Sono un mostro. Perchè dovrei scusarmi?”

Il post pubblicato due giorni prima dall’assassino di Vincenzo Ruggiero


NAPOLI – Sono a dir poco inquietanti alcuni post pubblicati sui social network da Ciro Guarente, il marinaio che il 7 luglio ha ucciso e fatto a pezzi per gelosia Vincenzo Ruggiero. Post, foto e hashtag che, ad una prima occhiata, potrebbero sembrare innocui, ma che a due giorni dalla scoperta dell’efferato omicidio di Vincenzo assumono tutto un altro sapore.

Un post in particolare fa riflettere e lascia senza parole. E’ una foto di Joker, l’antieroe per eccellenza, postata due giorni prima del brutale assassinio. Sulla foto campeggia una scritta: “Perchè dovrei scusarmi per il mostro che sono diventato? Nessuno si è mai scusato con me per avermi fatto questo”.

Una frase, un post che non sembrano lasciare spazio a dubbi o incertezze: Ciro, probabilmente, si sentiva un mostro. E da mostro si è comportato quando quel fatidico 7 luglio decide non solo di uccidere Vincenzo, ma anche di scioglierlo nell’acido, farlo a pezzi e nasconderne il cadavere.

Un mostro che però non deve chiedere scusa. E infatti Ciro con gli inquirenti si rifiuta di parlare, si avvale della facoltà di non rispondere. Non ha intenzione di spiegare il perchè di quel gesto. Come se fosse già tutto chiaro. Come se fosse tutto già annunciato.

Impiegato di giorno e ‘sexy boy’ di notte: il ritratto dell’assassino di Vincenzo