Marano, presi i dipendenti della Teknoservice che hanno sversato rifiuti in strada

Marano, presi i dipendenti della Teknoservice che hanno sversato rifiuti in strada

Nei guai altre 10 persone beccate dai Carabinieri per reati ambientali: tra questi 4 rom del campo di Giugliano


HINTERLAND – Dal 24 al 26 a conclusione dello specifico servizio finalizzato al contrasto dei reati ambientali, i militari dipendenti hanno deferito in stato di libertà i seguenti soggetti:
1. Un uomo di Qualiano, resosi responsabile di raccolta non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti a Qualiano stesso, in via Campana, in qualita’ di conducente, veniva controllato alla guida del proprio veicolo, a bordo del quale erano stati allocati 3 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi che lo stesso recuperava, a pagamento, “porta a porta”, su commissione, per ripulire scantinati e garage di privati. E’ stato sottoposto tutto a sequestro, veicolo e rifiuti;
2. Un uomo di Napoli residente a Giugliano resosi responsabile di raccolta non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti poiche’, a Mugnano in qualita’ di conducente, veniva controllato alla guida della propria autovettura all’interno della quale erano stati allocati 150 chili di rifiuti (materiale ferroso riconducibile prevalentemente a rame, ottone e alluminio). Veicolo e rifiuti sottoposti a sequestro;

3. Un residente a Mugnano resosi responsabile di raccolta non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti poiche’ a Villaricca al corso Europa, in qualita’ di conducente, veniva controllato alla guida del proprio veicolo a bordo del quale erano stati allocati rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi (frigoriferi, forno elettrico, scaldabagno). Veicolo e rifiuti sottoposti a sequestro;

4. Un disoccupato, pregiudicato, resosi responsabile di raccolta non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti, poiche’ a Villaricca sul corso Europa, in qualita’ di conducente, veniva controllato alla guida del proprio veicolo a bordo del quale erano stati allocati rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi (parti di autoveicoli, batterie per auto e fusto da 205 litri contenente olio motore). Veicolo e rifiuti sottoposti a sequestro;

5. Due coniugi residenti a Qualiano entrambi incensurati; resisi responsabili di smaltimento illecito di rifiuti e abusivismo edilizio per aver realizzato un manufatto abusivo della superficie di 50 mq e aver smaltito illecitamente i materiali di risulta provenienti dalla demolizione di un manufatto preesistente. Immobile sottoposto a sequestro;

6. Due operai di Marano entrambi incensurati, resisi responsabili di smaltimento illecito di rifiuti poiche’ in qualita’ di operatori ecologici presso la ditta Tecknoservice, incaricata per la raccolta dei rifiuti a Marano avevano sversato su pubblica via rifiuti ingombranti, prelevati in giorno non dedicato a tale tipologia di raccolta, stoccandoli in attesa di essere poi rimossi, in assenza di autorizzazione da parte della ditta, impossessandosi temporaneamente del mezzo. Sono stati individuati e segnalati alle competenti amministrazioni comunali, per le successive operazioni di bonifica e ripristino stato dei luoghi 17 siti dove erano allocati rifiuti di vario genere nonche’ 22 sanzioni amministrative, dell’importo complessivo pari ad euro 3.300,00.
7. Il proprietario di un terreno di Villaricca resosi responsabile di discarica abusiva di rifiuti, smaltimento e combustione illecita di rifiuti poiche’, in qualita’ di proprietario di un fondo agrigcolo di 1.500 mq circa, sito in Qualiano alla via circumvallazione esterna, aveva adibito detto fondo a discarica di rifiuti a cielo aperto e sito di combustione illecita degli stessi. Intera area sottoposta a sequestro.

Ed infine 4 Rom, nati a Sarajevo residenti nel campo rom di Giugliano zona Asi:

1.Un operaio resosi responsabile di raccolta non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti poiche’, a Giugliano in via Circumvallazione esterna, in qualita’ di conducente, veniva controllato alla guida del proprio veicolo a bordo del quale erano stati allocati 4 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. Veicolo e rifiuti sottoposti a sequestro;
2. Due donne già pregiudicate, resesi responsabili in concorso di raccolta di non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti poiche’ nella zona Asi di Giugliano venivano controllate a bordo di un’autovettura a bordo della quale erano stati allocati rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi (materiale ferroso). Veicolo e rifiuti sottoposti a sequestro;

3. Ed infine l’ultima resasi responsabile di raccolta di non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti poiche’, a Villaricca al corso italia, in qualita’ di conducente, veniva controllato alla guida del proprio veicolo a bordo del quale erano stati allocati rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi (fili di rame, travi in ferro). Veicolo e rifiuti sottoposti a sequestro.