Marano, rigettata l’incandidabilità per 7 dei 9 ex amministratori comunali

Marano, rigettata l’incandidabilità per 7 dei 9 ex amministratori comunali

I consiglieri Abbatiello e Sorrentino: “Abbiamo atteso con serenità le decisioni del tribunale, consapevoli di aver svolto il nostro compito in Assise con grande passione e responsabilità”


MARANO – La declaratoria di incandidabilità, che ha seguito lo scioglimento dell’ente comunale per infiltrazioni camorristiche, per sette dei nove ex amministratori del Comune di Marano coinvolti, è stata rigettata. Questa la decisione del collegio del tribunale di Napoli nord, presieduto dal giudice Scognamiglio.
Questa la sintesi finale di una vicenda che ha innescato una serie di attacchi e commenti pretestuosi, strumentali e grotteschi, da parte di alcuni rappresentanti di forze politiche locali e di un certo tipo di stampa, nei confronti dei sottoscritti.
“Abbiamo atteso con serenità le valutazioni e le decisioni del tribunale, consapevoli di aver svolto il nostro compito in Assise con grande passione e responsabilità, presentando costantemente una grande mole di atti, denunce, delibere e mozioni con l’intento di dare un contributo fattivo alla nostra amata e martoriata comunità.
Ciononostante, non possiamo fare a meno di segnalare il clima inquisitorio di cui siamo stati oggetto in questi mesi. Vogliamo comunque sperare che coloro i quali hanno goduto a descriverci come furfanti della peggiore risma, abbiano l’onestà di riabilitare, d’ora in avanti, la nostra onorabilità con la stessa pubblicità con la quale è stata discreditata. In conclusione, vogliamo ringraziare tutte le persone che, nonostante gli eventi, non ci hanno mai fatto mancare la propria stima.“

Lorenzo Abbatiello
Roberto Sorrentino